Olanda intima e paralimpica

Il surrogato europeo del mondiale  paralimpico di nuoto si svolge questa settimana in Olanda.

In realtà, il meeting Open in svolgimento dal 3 al 5 ottobre in quel di Eindhoven,  non si può paragonare al mondiale. Principalmente causa la contemporaneità con un evento analogo in territorio canadese. E senza considerare che la partecipazione nonostante avvenga con la divisa nazionale è a titolo individuale.

Il Para Swimming Eindhoven Open vede solo 3 azzurri: Cecilia Camellini (S11), Carlotta Gilli (S13) e Simone Barlaam (S9) tutti gli altri, o tanti altri tra i numerosi assenti non solo per i colori azzurri, hanno mollato il colpo e dichiarata chiusa la stagione.

Chi c’è non scherza. In una prima giornata con poche gare e pochi atleti (per fortuna tutti assieme e classifica unica), le sorprese non sono mancate. Una gara vale per tutte: i 50 stile libero femminili.

La prova è stata vinta con record in 26.78  dall’azzurra Carlotta Gilli, appartenente alla categoria S13, che ha preceduto la coppia di atlete S11 composta dalla giovane olandese Liesette Bruinsma (30.86)  e Camellini .

Cecilia con il crono di 31.06 centra il bronzo, ma soprattutto sfiora e torna a 12/100 dal personale stabilito nella finale olimpica di Londra 2012.

Un ottimo aperitivo alla sfida  Olanda-Italia che nel programma della seconda giornata di gare è prevista sia nel dorso che nello stile libero.

RISULTATI

 

Rispondi